Alex Schwazer

Sanremo 2021, Alex Schwazer: "Nessuno potrà ridarmi ciò che mi hanno tolto"

L’ex azzurro della marcia è stato tra gli ospiti della seconda serata del Festival di Sanremoi: ecco le sue parole durante l'intervista rilasciata ad Amadeus.

Tra gli ospiti d'eccezione della seconda serata della 71ª edizione del Festival di Sanremo c'è stato anche Alex Schwazer. Per chi non lo conoscesse, ecco la sua storia in breve. Classe 1984, ha toccato l'apice della sua carriera nel 2008 vincendo l'oro alle Olimpiadi di Pechino. Poi ha sbagliato, si è dopato, è stato scoperto e squalificato fino al 29 aprile 2016. Ha cercato di mettersi tutto alle spalle, di rifarsi una vita e di tornare a fare ciò che più amava: marciare. Si è affidato alla guida tecnica di Sandro Donati, una garanzia, uno che combatte il doping da una vita. Alex volava spedito verso le Olimpiadi di Rio del 2016 prima di essere trovato nuovamente positivo al doping e squalificato per la seconda volta. Ma stavolta qualcosa non quadrava. Lui, che anni prima aveva ammesso in lacrime di aver sbagliato, stavolta si dichiarava innocente. Ed era vero. Qualcuno ha deciso di incastrarlo manipolando le provette, alterando i campioni di urina per farli risultare positivi. Lo ha stabilito il 18 febbbraio il Gip di Bolzano Walter Pelino assolvendo Alex Schwazer, che però pretende verità anche dalla giustizia sportiva, secondo cui la sua squalifica di 8 anni scadrà solo nel 2014. 

 

REAL TIME: I TUOI PROGRAMMI PREFERITI SONO SU DISCOVERY+  

 

SANREMO 2021, ALEX SCHWAZER: "NESSUNO POTRÀ RIDARMI CIÒ CHE MI HANNO TOLTO" 

 

"Ho trovato un giudice molto coraggioso - ha esordito Alex Schwazer intervistato da Amadeus - che voleva andare fino in fondo e non chiudere la vicenda in fretta e furia, voleva vederci chiaro, e questa nella mia sfortuna è stata la mia fortuna. Io sono stato giudicato a Rio in Brasile nell’agosto 2016 ma adesso voglio di nuovo essere giudicato dalla giustizia sportiva con i nuovi fatti in mano. In questi quasi 5 anni ho perso le Olimpiadi e diverse altre gare, adesso non voglio perderne altre. Mi aspetto di essere giudicato davanti ad un collegio della giustizia sportiva. Nessuno potrà ridarmi ciò che mi hanno tolto. Ciò che si può fare adesso è rimediare, non perdere altre gare senza avere colpe. Ho vinto in tribunale ma io sono uno sportivo e voglio vincere sul campo da gara: è lì che tornerò. Mia figlia mi vedrà all'Olimpiade perché ho tanta determinazione per chiudere questo cerchio". La stessa determinazione che aveva mostrato durante l'intervista rilascia a Peter Gomez in una puntata de La Confessione: dallo sport alla carriera, passando per il doping e il rapporto con Carolina Kostner. Riguardala qui sotto oppure abbonati a discovery+ per vederla senza pubblicità.

 

LA CONFESSIONE, PETER GOMEZ INTERVISTA ALEX SCHWAZER: GUARDA L'INTERVISTA 

 

*** 

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito!

I più visti su Real Time Discovery+