Il primo trapianto facciale della storia: sono passati 15 anni

A novembre del 2005 Isabelle Dinoire, 38 anni, si è sottoposta al primo trapianto facciale della storia. La donna è morta 11 anni dopo l'intervento in seguito a una lunga malattia.

Il viso di un estraneo. È quello che si è ritrovato Isabelle Dinoire, una donna che nel 2005 - a 38 anni - si sottopose al primo trapianto facciale della storia. Isabelle Dinoire è morta 11 anni dopo l'intervento in seguito a una lunga malattia provocata da una crisi di rigetto. Una storia simile a quella di Isabelle la può raccontare anche Richard, 43 anni, protagonista della puntata di Body bizarre che potete guardare qui sotto o senza pubblicità su Dplay Plus. Ma torniamo a Isabelle Dinoire e al motivo per cui la donna, allora 38enne e con due figli, è stata costretta a finire sotto i ferri per il primo trapianto facciale della storia.

 

VIDEO - BODY BIZARRE: IL VISO DI UN ESTRANEO

 

 

IL PRIMO TRAPIANTO FACCIALE DELLA STORIA

 

Nel 2005 Isabelle vive a Valencienne, nel nord della Francia. Non è un momento semplice per lei, alle prese con una profonda depressione. Un giorno è in casa da sola e decide di farla finita. Ingurgita una gran numero di sonniferi e cade in un sonno profondo. Ma non muore. Il suo cane, una giovane Labrador mai stata violenta, vuole forse aiutarla ma la sfigura irrimediabilmente in viso. Quando la donna si sveglia, cerca di accendersi una sigaretta ma le cade. Ci riprova, ma la sigaretta non rimane ferma tra le sue labbra. Poi si accorge di un lago di sangue sotto a lei, va a specchiarsi e si rende conto di cosa sia successo. Le mancano naso, labbra e parte del mento. Chiama immediatamente un’ambulanza e viene ricoverata. Si alimenta con una cannula perché non è in grado di deglutire. I danni sono troppo gravi, la sua solo speranza per riacquistare una volto umano risiede nel trapianto facciale, mai fatto prima nella storia. È questo l’unico modo per tornare nuovamente a mangiare e respirare normalmente.

 

NON SEI ANCORA ABBONATA A DPLAY PLUS? PROVALO GRATIS! 

 

L’intervento, di cui si parla ovunque, si svolge a novembre del 2005 e dura quasi 20 ore. Nel febbraio del 2006 Isabelle compare per la prima volta in pubblico e con un po’ di fatica racconta la sua terribile esperienza: “Dal giorno dell’operazione - dice Isabelle - ho un viso come tutti gli altri, posso aprire la bocca e mangiare. Da poco sono tornata a sentire le mie labbra, il mio naso e la mia bocca”. Le sue condizioni di salute peggiorano però col passare del tempo. Isabelle deve assumere diversi farmaci per prevenire i rischi del rigetto, il suo organismo è costantemente debilitato e si trova a fronteggiare anche due tumori. Nell’inverno del 2015 ha una forte crisi di rigetto che la priva nuovamente dell’uso delle labbra. Il 22 aprile 2016, mentre è ad Amiens, il suo cuore smette di battere e lei di soffrire

 

***

 

Scopri Dplay Plus, il servizio a pagamento di Dplay che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con Dplay Plus avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito!