Giornata internazionale contro l'omofobia

In occasione della Giornata internazionale contro l'omofobia, che si festeggia ogni anno il 17 maggio, ripercorriamo la storia di questa ricorrenza.

Il 17 maggio 1990 è una giornata storica. Già, perché in questa data l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rimosso l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali nella classificazione internazionale delle malattie. Esattamente in quel giorno è stato raggiunto un traguardo straordinario e si è ribadito un concetto che oggi diamo per scontato ma che solo fino a poco tempo fa non lo era affatto: l’orientamento sessuale è semplicemente parte della nostra identità. Al diavolo quindi parole come “patologia” o “devianza” che non hanno nulla a che vedere con l’omosessualità. 

 

GIORNATA MONDIALE CONTRO L’OMOFOBIA: LA STORIA

 

REAL TIME: I TUOI PROGRAMMI PREFERITI SONO ON DEMAND SU DISCOVERY+ 

 

Per questo il 17 maggio è il giorno scelto per celebrare in 130 paesi la Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia. Una ricorrenza nata ufficialmente nel 2007, un’occasione ideale per riflettere e combattere qualsiasi violenza legata all’orientamento sessuale. Di seguito un estratto del testo approvato dall’Unione europea in occasione dell’istituzione della Giornata contro l'omofobia: “Il Parlamento europeo ribadisce il suo invito a tutti gli Stati membri a proporre leggi che superino le discriminazioni subite da coppie dello stesso sesso e chiede alla Commissione di presentare proposte per garantire che il principio del riconoscimento reciproco sia applicato anche in questo settore al fine di garantire la libertà di circolazione per tutte le persone nell'Unione europea senza discriminazioni”. 

 

THE LESBIAN GUIDE TO STRAIGHT SEX: GUARDA ORA TUTTE LE PUNTATE SU DISCOVERY+ 

 

Ma a che punto sono oggi i diritti delle persone LGBT nel mondo? Esistono purtroppo ancora moltissimi Paesi, soprattutto in Africa e in Asia, dove l’omosessualità è criminalizzata con pene che in alcuni casi prevedono addirittura la morte. Oggi sono 67 i Paesi in cui l’omosessualità è un reato, nel 2006 erano 92 e nel 1989 circa 130. Ini Iran, Arabia Saudita, Yemen, Nigeria e Somalia i rapporti consensuali omosessuali sono puniti con la pena di morte. Sono invece 29 i Paesi al mondo in cui sono permessi matrimoni tra persone dello stesso sesso, 28 quelli in cui sono ammessi altri tipi di unioni civili (tra questi l’Italia). Ventisette sono gli Stati che permettono alle coppie LGBT di adottare un bambino, 30 quelli che permettono la step-child adoption. Insomma, la situazione è senz’altro migliorata da quando è nata la Giornata contro l’omofobia, ma la strada da fare è ancora lunghissima. 

 

ATTIVA SUBITO DISCOVERY+

 

*** 

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito! 

Primo Appuntamento: guarda tutti i video

I più visti su Real Time Discovery+