Chiara Insidioso Monda, era il 3 febbraio 2014 quando veniva ridotta in fin di vita dal compagno

Sono passati sette anni da quando Chiara Insidioso fu massacrata di botte e ridotta in fin di vita dal suo ex fidanzato Maurizio Falcioni. Ripercorriamo la storia grazie al documentario "La storia di Chiara" disponibile su discovery+.

Una volenza inaudita, una ceca gelosia, uno straziante epilogo. È la storia di Chiara Insidioso Monda, che il 3 febbraio 2014 - all'età di 19 anni - subisce una brutale aggressione da parte di chi credeva fosse il suo fidanzato, l'allora 35enne Maurizio Falcioni. Che la riduce in fin di vita provocandole gravissimi danni cerebrali e costringendola al come per quasi un anno. A distanza di esattamente sette anni da quel giorno da incubo per la famiglia Insidioso, ripercorriamo una storia assurda grazie al documentario "La storia di Chiara" disponibile su discovery+

 

LA STORIA DI CHIARA INSIDIOSO MONDA, RIDOTTA IN FIN DI VITA DAL COMPAGNO

 

Siamo a Casal Bernocchi, una frazione di Roma. Qui, insieme al padre, vive Chiara Insidioso, una ragazza appena maggiorenne. I genitori si sono separati, la madre olandese non è più con loro. Ma l’infanzia di Chiara non è stata difficile solo per questo. Da piccola le è stato diagnosticato un piccolo ritardo, nulla che le impedisse di vivere normalmente. A 16 anni è stata vittima di bullismo da parte di alcuni suoi coetanei, un episodio che l’ha segnata profondamente. È una ragazza fragile, timida, introversa. Ha frequentato l’istituto alberghiero e ha da sempre coltivato una grande passione: la Lazio, la sua squadra del cuore, che seguirebbe anche in capo al mondo. A Casal Bernocchi vive anche Maurizio Falcioni, 35 anni, un solitario con precedenti penali e il vizio delle droghe. Le strade di Chiara e Maurizio si incontrano per caso, tra i due nasce una storia nonostante amici e parenti della ragazza non approvino vista la grande differenza di età e il tipo di vita del 35enne. Il papà di Chiara è ovviamente molto preoccupato, nel quartiere ha sentito parlare di Maurizio Falcioni e sa cosa faccia per vivere. 

 

ATTIVA SUBITO DISCOVERY+ A 0,99 AL MESE PER I PRIMI TRE MESI  

 

Il 9 settembre 2013 il primo campanello d’allarme. Chiara non risponde al telefono e il papà ha un brutto presentimento. Si mette subito a cercarla, si precipita sotto casa di Maurizio Falcioni ma di Chiara non c’è traccia. La trovano i Carabinieri dopo la denuncia del padre, si trova proprio a casa di Maurizio Falcioni con cui Chiara vorrebbe andare a convivere. Con molta fatica alla fine la ragazza viene convinta a tornare a casa e il padre fa in modo che non abbia più contatti con Falcioni. Sono settimane dure, durissime. Ma lentamente Chiara ritrova la serenità e conosce anche un ragazzo della sua età. Arriva però il giorno in cui Chiara si allontana nuovamente da casa per tornare nell’appartamento di Falcioni, dove i due vivono in un sottoscala. Il padre sporge nuovamente denuncia, ma Chiara è maggiorenne e per i Carabinieri portarla via non è affatto semplice. Passano i giorni, la situazione non cambia. Anzi, si verifica anche un episodio di aggressione con Maurizio Falcioni che si avventa sul padre di Chiara e viene arrestato tornando però in libertà nel giro di poche ore. E arriviamo al 3 febbraio 2014, quando il padre di Chiara riceve una chiamata da un amico. Gli dice che la figlia ha avuto un incidente ma che non è in pericolo di vita. E invece è successo l’irreparabile. Maurizio Falcioni ha aggredito vilmente Chiara a calci e pugni e le ha fratturato il cranio, riducendola in coma. Ripercorriamo nel dettaglio la storia grazie al documentario "La storia di Chiara" disponibile su discovery+

 

*** 

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito!

La storia di Chiara Insidioso

I più visti su Real Time Discovery+