Giornata mondiale della trippa: scopri i segreti di un piatto antichissimo

In occasione della Giornata mondiale della trippa che si festeggia il 24 ottobre, scopri i segreti di questo piatto grazie a Chiara Maci.

Un piatto delizioso, tra i più antichi in assoluto della tradizione gastronomica italiana. Parliamo della trippa e lo facciamo in occasione della Giornata mondiale della trippa che si festeggia il 24 ottobre. Grazie a Chiara Maci andrete a scoprire i segreti di questo piatto e conoscerete la ricetta della trippa alla senese. Ma non solo. Potete fare anche un salto nella cucina di Alessandro Borghese che vi mostrerà la ricetta della finta trippa. E per finire affidatevi a Benedetta Rossi che vi spiegherà come cucinare le uova in trippa.  

 

VIDEO - LA RICETTA DELLA TRIPPA ALLA SENESE

 

 

 

 

LA STORIA DELLA TRIPPA

 

Un piatto storicamente povero, considerato della tradizione popolare ma ricco di storia e… di proteine. La trippa è questo e molto altro. Consumata principalmente durante la stagione autunnale dal nord al sud Italia con numerosissime varianti, è considerata una delle eccellenze culinarie del Belpaese. Nella letteratura italiana ne troviamo traccia fin dal 1800, a testimonianza di quanto sia radicata nella nostra cultura.

 

NON SEI ANCORA ABBONATI A DPLAY PLUS? FALLO SUBITO! 

 

Le sue origini però risalgono ai tempi degli antichi greci, che erano soliti cucinarla alla brace, e dei romani, che se ne servivano per preparare le salsicce. Ma cos’è la trippa? È carne derivante da varie parti dello stomaco del bovino e del suino. La trippa più diffusa è fatta dal rumine di manzo, un organo che compone uno dei prestomaci dei bovini. La trippa non si trova in vendita grezza, bensì si compra già pulita e tagliata ma non pronta per essere cucinata. Va infatti prima lasciata a bagno e poi passata sotto l’acqua fredda.

 

VIDEO - CUCINA CON ALE: LA RICETTA DELLA FINTA TRIPPA 

 

 

 

 

Per quanto riguarda i valori nutrizionali, la trippa è considerata molto più grassa di quello che in realtà è. Sì, perché il contenuto di grassi è pari al 4% e quello di proteine al 18% (esattamente come la carne di vitello) per un apporto calorico di 108Kcal/100g. E allora perché la trippa è passata alla storia come difficilmente digeribile? Dipende tutto da cosa l'accompagna e dai condimenti - solitamente molto abbondanti - utilizzati per cucinarla.

 

VIDEO - FATTO IN CASA PER VOI: UOVA IN TRIPPA

 

 

 

 

Come dicevamo ne esistono tantissime varianti e ogni regione custodisce gelosamente la sua tramandandola di generazione in generazione. Tra le più famose ci sono la trippa bolognese, la Busecca lombarda, la sopa de tripe padovana, la zuppa di trippa alla napoletana e la classica trippa alla romana con un soffritto fatto con carota, sedano, aglio, cipolla e guanciale. Non vi resta che festeggiare la Giornata mondiale della trippa mettendovi ai fornelli!

 

***

 

Scopri Dplay Plus, il servizio a pagamento di Dplay che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con Dplay Plus avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito!